Spioncino Digitale Smart con videosorveglianza. Recensione Ezviz CP4

49

Recensione dello spioncino digitale smart CP4 della Ezviz.

Lo spincino digitale si evolve e diventa una vera e propria videocamera di sorveglianza! In questo articolo e recensione corredato da un video, capirai come funziona questo dispositivo smart e come funzionano le leggi sulla privacy rispetto al suo utilizzo.

Oggi vi presento un evoluzione dello spioncino digitale. Infatti lo spioncino serve a “spiare” dalla nostra porta, per controllare l’esterno e vedere chi c’è dall’altra parte. Questa versione digitale della Ezviz che recensisco in questo articolo, è un dispositivo Smart che possiamo utilizzare anche come una vera e propria videocamera di sorveglianza, con tutte le funzioni avanzate che troviamo in quelle classiche. È uno degli spioncini digitali con funzioni smart più venduti su Amazon e per raggiungere l’offerta puoi farlo direttamente dai link che trovi nelle schede prodotto qui sotto.

Lo spioncino digitale viola la privacy?

Spioncino Digitale Privacy

Una delle questioni che bisogna affrontare quando si installa uno spioncino digitale con funzioni smart, è quella della privacy e della sua possibile violazione. Partiamo col dire che lo spioncino classico è montato sulla maggior parte delle porte d’ingresso di abitazioni private e non necessita di alcun permesso per essere installato. Si tratta di un dispositivo che ci permette di applicare il nostro diritto di vedere chi ha bussato alla nostra porta, e quindi decidere se aprirla o meno. Lo spioncino digitale serve a fare la stessa cosa, ma proietta le immagini su uno schermo montato sulla parte interna della porta, o se possiede funzioni smart, può inviare le immagini direttamente sullo schermo dello smartphone, ad esempio proprio come questo spioncino digitale della Ezviz che recensisco.

In questo caso quindi, non abbiamo solo uno spioncino, ma una vera e propria videocamera di sorveglianza, che permette, anche quando non ci siamo, di vedere in remoto le immagini, di registrare video, scattare foto ecc. Nel caso di un condominio, si tratta di spazi comuni che sono soggetti alle leggi sulla privacy. Quindi un dispositivo smart come questo Ezviz CP4, se si limita all’utilizzo a cui è destinato uno spioncino classico, non comporta nessun tipo di violazione. La cosa cambia invece in caso di foto, registrazioni video e visione da remoto. Per queste attività di controllo che rientrano nella videosorveglianza, dobbiamo attenerci alle leggi sulla privacy, che non permette di filmare e registrare persone in spazi comuni del condominio, senza un motivo valido.

Nel caso invece questo spioncino smart venga montato su una porta di un abitazione indipendente e riprende solo il vostro spazio privato, come ad esempio il vostro giardino, non ci sono problemi e non necessita di permessi, ma attenzione però! Perchè in ogni caso è obbligatorio informare chiunque stia per accedere nell’area, tramite l’affissione di un cartello a norma, da esporre prima della zona videosorvegliata. Vi invito ad informarvi attraverso canali che possano fornire informazioni ufficiali e aggiornate.


Cosa troviamo nella confezione dello spioncino Ezviz CP4

Ecco cosa troviamo nella confezione dello spioncino digitale Ezviz CP4: abbiamo la videocamera con risoluzione da 1080p da montare all’esterno, con le sue varie funzioni che poi approfondiremo; uno schermo con touch screen da 4,4” naturalmente a colori, che mostra immagini chiare e di qualità superiore alla media degli spioncini di questo tipo. C’è il supporto del monitor da montare nella parte interna della porta, queste viti che serviranno per l’installazione, un adesivo che eventualmente si può attaccare all’esterno per segnalare la presenza di un sistema di videosorveglianza, uno sportellino per coprire il cavo di collegamento, un cavo di ricarica e il libretto di istruzioni.

Opzioni disponibili senza la connessione alla rete WiFi

Il montaggio è abbastanza semplice ed è alla portata di tutti coloro che hanno un minimo di manualità. Nel video in alto potete vedere un esempio in cui illustro la modalità di montaggio dello spioncino digitale Ezviz CP4. Una volta installato, c’è la possibilità di saltare tutte le impostazioni per la connessione allo smartphone e alla rete WiFi, e di avvalersi solo delle varie opzioni disponibili attraverso lo schermo dello spioncino digitale. Dunque avremo la videocamera all’esterno con il nostro schermo all’interno e per attivare la visuale sarà sufficiente premere il tasto principale. Entrando nel menù principale dallo schermo touch, possiamo scegliere ad esempio la voce “campanello” e da qui sarà possibile attivare o disattivare la suoneria, scegliere il tipo di suoneria e anche il volume.

Poi possiamo attivare anche la spia Led esterna, che ogni volta che rileva un movimento si accende con questa luce blu, con lo scopo di richiamare l’attenzione della persona sul pulsante del campanello. A questo punto se qualcuno preme il campanello, si sente prima il suono e poi in automatico dopo circa 3 secondi si accende lo schermo. A proposito di questo, selezionando l’icona “display” sempre dal menu principale, abbiamo la possibilità di regolare la luminosità, il tempo per lo spegnimento automatico che va dai 10 ai 30 secondi e scegliere le modalità giorno, notte e automatica. Nel caso di quella automatica la visione notturna si attiverà quando le luci non saranno sufficienti a garantire una buona visione.

Possiamo anche migliorare la qualità delle immagini in controluce e la distorsione della lente. Infine possiamo attivare il sensore di prossimità, che attiverà in automatico lo schermo ogni volta che rileva una persona. In questo caso rileva proprio la forma umana, quindi al passaggio di un oggetto o di un animale non si attiverà. Possiamo impostare anche il monitoraggio attivo e scegliere varie opzioni, come il rilevamento tramite PIR, quindi il sensore ad infrarossi, oppure il rilevamento della forma umana. Connessa alla funzione di rilevamento, troviamo la funzione chiamata “Allarme Girovagare”, che funziona solo con i sensori a infrarossi. In pratica l’allarme viene attivato solo se c’è un movimento che dura un tot di tempo nel raggio di azione dei sensori. In questo caso possiamo impostare il tempo fino a 15 secondi.

Attivando l’allarme sonoro con la possibilità di scegliere anche qui il volume, ad ogni rilevazione sentiremo un suono che ci indica la presenza di qualcuno o il suo girovagare. C’è anche lo spazio per inserire una scheda micro SD che ci offre la possibilità di registrare dei brevi video da 10 secondi ciascuno, semplicemente cliccando su un icona dello schermo. La batteria da 4600mAh ricaricabile dall’apposita presa, fornisce un autonomia fino a 90 giorni in modalità risparmio energetico.

Funzioni Smart tramite la connessione alla rete WiFi

Con la connessione alla rete WiFi e all’applicazione Ezviz sul telefono, diventa tutto più smart. Quindi attraverso l’applicazione di Ezviz non facciamo altro che seguire le istruzioni per la connessione alla rete WiFi. Una volta conclusa la semplice e guidata procedura di connessione, avremo la possibilità di vedere direttamente sullo schermo del telefono lo streaming trasmesso dalla videocamera dello spioncino digitale. Anche dal telefono possiamo accedere alle impostazioni presenti sullo schermo dello spioncino e da qui possiamo anche attivare un abbonamento al Cloud di Ezviz, naturalmente facoltativo, che ci permette appunto di conservare sul cloud video e immagini catturate dallo spioncino.

Con il telefono possiamo utilizzare anche la modalità interfono, con la quale è possibile dialogare con chi si trova davanti allo spioncino digitale, grazie al microfono e allo speaker incorporati. Dalle icone in basso possiamo anche scattare una foto che verrà salvata nella galleria del telefono, registrare un video, ed effettuare la chiamata con l’interfono. Sul telefono ad ogni rilevazione ci arriverà una notifica push e se la funzione campanello è attiva, in questo caso se qualcuno lo preme ci arriverà una chiamata sullo Smartphone. Rispondendo potremo vedere e parlare con la persona che ha premuto il pulsante.

Quindi utilizzando lo spioncino in modalità Smart, cioè connesso alla rete WiFi e all’applicazione sullo Smartphone, possiamo interagire con esso da qualsiasi parte del mondo ci troviamo. Naturalmente il telefono deve essere connesso a internet. Vi ricordo che in Italia e in generale in Europa, le leggi sulla Privacy limitano fortemente l’utilizzo delle funzioni connesse alla videosorveglianza negli spazi comuni e nel caso di spazi privati sono comunque regolamentate. Vi invito ad informarvi attraverso canali che possano fornire informazioni ufficiali e aggiornate.

Lo spioncino digitale era l’evoluzione di quello classico, mentre qui abbiamo l’evoluzione di quello digitale, che porta questo dispositivo a un livello molto superiore di prestazioni e versatilità. Certo sono in giro già da un po di anni, ma in Italia hanno iniziato a diffondersi da poco, forse anche per le limitazioni inerenti alla privacy. Lo trovato meraviglioso, mi è piaciuto davvero tanto! Se cercate uno spioncino digitale smart, mi sento di consigliarvi proprio questo modello CP4 della Ezviz, che vi ricordo essere tra i più venduti su Amazon, con un grande apprezzamento degli utenti che lo hanno provato.